Autori A-L

 

  • Adriana “Adry” Adriani ha 51 anni e lavora nella centrale-radio taxi della sua città, Firenze. Il suo orario di lavoro copre le 24 ore e, quindi, svolge anche il turno notturno, il più delle volte da sola. Le sue semplici, ingenue ispirazioni la raggiungono proprio in quei momenti. Le parole la divertono e le fanno compagnia.
  • Gianluca Agnello è nato il 05/12/1982 a Firenze. Neo laureato in Sociologia, ha una grande passione: scrivere. Attualmente collabora con alcuni giornali e si diverte a scrivere racconti.
  • Marco Airoldi nasce in un paesino del varesotto, nel lontano 1965. Inizia a parlare molto presto (e non ha ancora smesso). Fin dalla scuola materna manifesta una propensione per lo spettacolo, ricevendo una nomination all’Oscar come miglior attore non protagonista nel ruolo del soldatino di terza fila. È attore, cantante, cabarettista, regista, presentatore: il tutto da bravo dilettante (sperando di essere un dilettante bravo). Da diversi anni si diletta (appunto) a leggere favole ai bambini, nonché racconti agli adulti. Non sa ancora cosa farà da grande.
  • Aislinn è nata nel 1982. È autrice della trilogia fantasy “Il Portatore di Tenebra”, il cui primo volume, “La Guerra della Falce”, è pubblicato da Edigiò in tre episodi (La luce dal cielo, Le nubi si addensano e La voce dall’ombra). Inoltre, è tra gli scrittori del progetto di http://www.scritturacollettiva.org per la realizzazione di un romanzo storico a più mani. Un suo racconto compare nell’antologia “Stirpe angelica” (Edizioni della Sera). In Rete si trova anche su http://www.aislinn.ilcannocchiale.it.
  • Stefano Albè (Legnano, 1971) è diplomato alla Scuola di Cinema di Milano. Ha lavorato alcuni anni con il regista Maurizio Nichetti, scrivendo il soggetto e collaborando alla sceneggiatura del film “Luna e l’altra”. Ha realizzato una ventina di cortometraggi di fiction o documentari a sfondo sociale sia come regista (Dietro il vetro, La stanza sul mare, Amore a prima vista), sia come direttore della fotografia. Scrive testi, racconti, sceneggiature, favole. Ha diretto la Casa di Produzione Cinematografica del gruppo Ambrosini & Associati e, dopo un’ esperienza in MTV, dirige oggi la Divisione Eventi di Inventa CPM.
  • Paola Alberti ha collaborato con Panorama, Il Tirreno e Visto e ha condotto una rubrica TV dedicata ai libri. Presiede il Premio Letterario Europa, ha curato l’antologia «La Consistenza» e pubblicato «Il delitto si addice a Eva», oggetto di studio per una tesi di laurea specialistica della Ca’ Foscari di Venezia. Suoi racconti compaiono in antologie. Per l’editore Felici dirige la collana “Gialli”. Ha pubblicato «Lezioni di cattiveria» e «A cena con l’assassino» e, con Franco De Rossi, ha fondato la Compagnia del Delitto, specializzata anche in murder party e cene col delitto (www.cattivabambina.it).
  • Alfa dei Misteri subisce il fascino del passato. Ha trascorso anni a leggere ed ascoltare i racconti degli anziani, finché si è trovato tra le mani molte storie che aspettavano solo di essere raccontate. Alcune curiose, altre inquietanti. Lo trovate in Rete su http://www.illagodeimisteri.it.
  • Claudia Alpa, nata a Genova, lavora nel settore marittimo. Ha pubblicato il racconto “Il vuoto” nell’antologia “365 racconti erotici per un anno” (Delos). Ha vinto il concorso «Lullaby – La ninna nanna della morte» di “House of Books” con la ninna nanna “Il lupo non dorme”. Dotata di ironia e umorismo, si diletta a scrivere nel tempo libero tra vari blog personali e d’opinione.
  • Assunta Altieri è una pubblicitaria. Ma la sua vita è tutto il contrario della réclame.
  • Daniela Altissimo ha 54 anni ed è separata da 10. Ora è capofamiglia di uno strano nucleo: vive con una figlia 26enne e un fratello 50enne, anche lui separato. In casa arrivano nipoti, fidanzati e amici, tipo rifugio per i pellegrini del fine settimana… Logopedista e disabile motoria (in carrozzina solo per alcuni periodi), con strategie varie rimane comunque autosufficiente e aiuta tutti nel condurre il proprio quotidiano. Aiuta anche sua mamma . Suo padre non c’è più: nel racconto gli ha concesso ciò che lui chiedeva tutti i giorni, durante gli ultimi 3 mesi della sua vita.
  • Alberto Andreoli nasce a Milano nel 1971. Pur di portare soldi a casa, non si è fatto mancare nulla: dal primo grande classico, venditore di enciclopedie, passa tramite varie esperienze, come maestro d’appoggio per bambini difficili, magazziniere Ikea, impiegato notarile, operatore di call-center… Ultimamente abbraccia una delle sue tante passioni: la scrittura. Nel 2009 ha pubblicato con altri autori, per Pendragon, “Il mistero Steccanella” e ha scritto brani per il teatro, messi in scena a Pordenone e a Bologna, città dove oggi vive. Ora manca un editore che abbia voglia di investire su di lui, senza chiedere investimenti…
  • Andrea Angiolino (Roma, 1966) ha scritto molti libri: è in uscita il «Dizionario dei giochi» (con B. Sidoti per Zanichelli). Ha pubblicato racconti su antologie, appartiene alla «Carboneria Letteraria» ed è giurato del «Premio RiLL». Crea giochi da tavolo, di ruolo e di vari altri generi. I suoi libri e giochi sono tradotti in una quindicina di lingue.
  • Mihaela Anitoaie è nata a Iasi, in Romania, ma da anni vive e lavora sulla riviera ligure. Progetta al computer parti di aeroplani e altre diavolerie, ma appena può si dedica all’arte: abbandonati (si spera temporaneamente) i pennelli, è curatrice, per passione, di una galleria, spesso alla ricerca di talenti. Per realizzare questo racconto non ha che “rivisto” una sua prefazione a un catalogo. Con un grazie e tante scuse all’illustre “vittima” Gianmaria Giannetti.
  • Elena Antognazza nasce nel 1986 a Tradate (VA). Cresce cucinando insolite pietanze con le più disparate piante del giardino della nonna e scrivendo di storie romantiche tra funghetti, lumachine e… Vasi! Non vuole sapere, però, cosa Freud direbbe a proposito. Abbandonata la scrittura, si destreggia con la musica (pianoforte) e si innamora del teatro, nonostante non venga corrisposta. Si è poi iscritta alla facoltà di Sociologia a Milano, per diventare assistente sociale, e ha ripreso a sperimentare la musica, stavolta come cantante e insegnante di danza moderna.
  • Chiara Apple nasce 25 anni fa a Roma, dove vive tutt’ora. Tentando di laurearsi alla magistrale del DAMS, coltiva i suoi sogni e le sue passioni. Grafomane, sta cercando di pubblicare un libro di racconti splatter sull’amore. Piedi per terra e testa fra le nuvole, crede che i voli pindarici siano sempre utili nella vita.
  • Tullio Aragona è un over cinquanta appassionato di arcani autentici, nonché scrittore per diletto. Autore di gialli/thriller mistico/storici.
  • Lucio Aragri è uno pseudonimo. Giornalista romano di adozione viterbese, ha collaborato con testate nazionali ed emittenti radio-televisive locali e oggi dirige una testata telematica di cultura e attualità. Ha pubblicato “Enclosed – I recintati”, “La Casa in Mezzo al Mare” e “Tutte tranne una”. Il racconto “La notte dentro… la stanza n.19” è presente nell’antologia “Buia è la notte II”. Ha vinto il 2° premio nel “Sogno di una notte di mezza estate 2009”.
  • Aldo Ardetti, giornalista di Mesa di Pontinia (LT)è presente su antologie e riviste, ha ricevuto un Premio speciale a “I racconti di Sabaudia” (Baldini Castoldi Dalai) ed è presente in un Annuario di poesia del 2006; per il collettivo Kai Zen ha scritto un racconto per “I Sentieri di Seth” apocrifi e “Romanzo Totale 2008”; ha collaborato al romanzo collettivo “Cronache da un pianeta abbandonato”, con Antonio Pennacchi. È presente nell’antologia “365 racconti erotici per un anno” (Delos) e pubblica racconti sul quotidiano ‘Il Territorio’.
  • Barbara Ardito, nata a Bari il 13 marzo del 1972, ha pubblicato il libro «Straniera a se stessa». Scrive sul suo blog «L’idiot@» appagando, in questo modo, il bisogno di “giocare” con le parole.
  • Enrico Arlandini, è nato il 6 maggio del 1976 a Genova, dove risiede. Appassionato di lettura e scrittura, ama, con la giusta ispirazione, scrivere poesie e racconti brevi.
  • Caterina Armentano, all’età di otto anni scrive una fiaba e decide di rilegare i fogli da sé, con ago e filo. Studentessa, vive a Cassano allo Ionio, in Calabria, dove continua il suo percorso fatto di carta e inchiostro. Bibliofila, un giorno sarà costretta ad abbandonare la sua casa per non essere sommersa dai libri. Ha pubblicato la raccolta di poesie «Il sentiero delle parole» e la raccolta di racconti «Sotto l’albero di mimosa», nonché altri racconti, fiabe e poesie, in diverse antologie. Ha partecipato a molti concorsi con ottimi risultati.
  • Danilo Arona, classe 1950, giornalista, scrittore e musicista. Ha pubblicato articoli su testate quali “Focus”, “Robot”, “Aliens”, “Cinema&Cinema”, “Horrormania”, “Duel” e “Pulp”, analisi critiche sul cinema fantastico e saggi sul lato oscuro della realtà. Da anni si dedica alla narrativa, elaborando un personale concetto di fantastico italiano, legato alle paure del territorio. I suoi titoli più recenti: “Cronache di Bassavilla” (Dario Flaccovio Editore), “Finis Terrae”, “La croce sulle labbra” e “Bad Visions” (Mondadori), “L’estate di Montebuio” (Gargoyle Books”) e “Ritorno a Bassavilla” (Edizioni XII). Altre informazioni su http://www.daniloarona.com.
  • Cristiana Astori , scrittrice e traduttrice. Ha pubblicato racconti su varie antologie tra cui “La sete” a cura di Alberto Corradi (Coniglio) e “Anime nere reloaded” a cura di Alan D. Altieri (Mondadori). È autrice della graphic novel gotica “L’amore ci separerà” (De Falco). Ha tradotto per Sonzogno, Urania e il Giallo Mondadori autori come Jeffery Deaver, Douglas Preston, Richard Stark, Kim Newman, David Wellington e il ciclo di Dexter di Jeff Lindsay che ha ispirato l’omonima serie tv. La sua antologia “Il Re dei topi e altre favole oscure” (Alacran) è il primo libro italiano a cui Joe R. Lansdale abbia dedicato una frase di lancio.
  • Luca Avellis è uno psicologo e che si occupa di disabilità ed età evolutiva; ha lavorato come fisioterapista per 16 anni, sempre nel campo della disabilità. Suona il basso in una rock cover-band e fa parte del cinecircolo “Rondinella” di Sesto San Giovanni, prestando opera di volontariato come proiezionista.
  • Ramona Bacchi è nata nel 1985 a Bologna, città in cui è cresciuta e naufragata. Nonostante preferisse le materie umanistiche, ha conseguito il diploma di maturità scientifica, conscia del fatto che l’arte non dia da mangiare, il pragmatismo sì. Ha frequentato per due anni il conservatorio dedicandosi allo studio del flauto traverso, ma poi ha pensato bene di darsi all’ippica (in tutti i sensi) e si è quindi iscritta alla facoltà di Medicina Veterinaria. Essendo priva di tempo libero fa finta di averne un sacco, e così spesso scrive poesie e racconti. Sogna di diventare un buon veterinario, o in alternativa di scrivere un libro che abbia talmente successo da permetterle di traslocare in pianta stabile a Bora Bora. Il suo sito Internet è http://www.ramonabacchi.wordpress.com.
  • Maurizio Badà è nato nel 1967. Laureato in Fisica e in Scienze dei Beni Culturali, insegna Matematica e Fisica presso il liceo “Giorgio Spezia” di Domodossola. Il suo primo romanzo è “Due per uno” (Boopen, 2009).
  • Bartolomeo Badagliacca nasce a Torino nel 1974. Ha pubblicato «La Dannazione del Sangue» (Angelo Parisi Editore, 2005). Suo è il Miglior Racconto a CisInTandem 2009: «Margherita». Finalista ad alcuni concorsi nazionali, nel 2010 due suoi racconti sono stati pubblicati: «Sangue» nell’antologia 365 racconti erotici per un anno (Delos Books) e «Loop» nell’antologia Onda d’Abisso (L’orecchio di Van Gogh).
  • Massimo Baglione è nato nel 1972 a Belluno, dove vive tutt’oggi. Ha all’attivo due libri e numerosi racconti pubblicati in rete. Webmaster per http://www.braviautori.it, un sito per artisti e appassionati d’arte in genere, collabora con http://www.nuoviautori.org (dove cura anche i concorsi di fantascienza) e con http://www.terrediconfine.eu, portale di cui ha progettato il motore.
  • Barbara Balbiano è nata a Canelli, ma si è trasferita dalle parti di Alessandria per lavoro. Ha pubblicato diversi racconti, collabora con l’editore Giulio Perrone con cui ha gestito le antologie «Sport in rosa» e «Nero Piemonte, nero Valle d’Aosta». Insieme a Chiara Bertazzoni, darà vita nel 2011 alla collana editoriale «Peccati di gola». Per ogni altra informazione, il suo sito Internet è http://www.barbarabalbiano.it.
  • Enea Barbetta (Pescara, 1974) vive a Milano dove lavora come copywriter. Appassionato di cinema e letteratura di genere, ha collaborato con http://www.horrormagazine.it e ha frequentato corsi e master di scrittura creativa, regia, montaggio cinematografico. Finalista al «Premio Alien 2004», suoi racconti sono stati pubblicati su antologie e riviste. I suoi ultimi lavori esplorano temi come la natura della violenza, la cultura BDSM, la mutazione e la modificazione corporea.
  • Alessandro Barcaro nasce in quel di Rimini il 7 aprile del 1983. Così giura, almeno. Laureato in Giurisprudenza, già giornalista da qualche tempo, è in procinto di (ri)trasferirsi a Barcellona. È molto incerto sul suo futuro (cosa per la quale si incazza parecchio) ed è sempre, e comunque, in attesa di tempi migliori. Condivide i suoi pensieri anche in Rete, nel suo blog http://www.ilmondosecondoalba.blogspot.com.
  • Marta Bardi (La Spezia, 1948) vive a Galliate Lombardo (VA). Collabora con l’Associazione culturale «Il Cavedio» di Varese e ne segue la sezione di Galliate. Organizza eventi culturali e corsi di scrittura; alcuni suoi racconti sono pubblicati in antologie e riviste. Ha ottenuto riconoscimenti come il 3° premio nel «Prader Willy 2006», la menzione al «Concorso degli Assi 2006», al 20° «Città di Pinerolo» e al «Prader Willy 2008», il premio «Racconti in passerella 2009» e la menzione d’onore al premio letterario «Castelfiorentino 2010».
  • Pia Barletta, collaboratore del sito letterario http://www.braviautori.com, è membro del gruppo di lettura di http://www.scrittorisommersi.com.
  • G.L.Barone è uno degli autori emergenti della nuova letteratura spionistica internazionale. Laureato in Legge, ha svolto la carriera legale per breve tempo, prima di dedicarsi stabilmente alla scrittura. Vincitore del premio letterario 2004 presso l’Accademia di Scienze, Lettere ed Arti e premiato al “Navarro 2006” per il suo romanzo d’esordio «Il Segreto dell’Unione» (Montedit, 2003), ha già pubblicato in Italia anche «Punto di Rottura» (Agar, 2006) e «I Figli del Serpente» (Acar, 2010).
  • Cristiana Bartolini è laureata in Lingue e Letterature straniere. Ha iniziato a scrivere da un paio d’anni, ottenendo già la pubblicazione di alcune opere, racconti e poesie, su antologie e riviste. Il suo primo romanzo «L’Albero della Vita» è in attesa di pubblicazione.
  • Daniela Basilico è nata a Milano dove vive e lavora, alternando la professione di art director a quella di giornalista e scrittrice. Personaggio di rilievo nell’ambiente milanese del giallo, è stata capo redattore del mensile Detective Magazine e ha scritto alcuni racconti per varie antologie tra cui “Presenza sconosciuta” (Il mio vizio è una stanza chiusa, Giallo Mondadori), “Note di Notte” (365, Atlantide), “Delitto di Paese” (Delitti e Canzoni, (Todaro) e “Il sotterraneo” (Eros & Thanatos, Giallo Mondadori). Gira per la città a bordo del suo scooter, sia in estate che inverno, sia con il sole che con la pioggia. E con il casco che nasconde i suoi lunghi capelli biondi. Ha fatto anche da modella per alcune copertine del Giallo Mondadori Presenta. Sta scrivendo il suo primo romanzo.
  • Fernando Bassoli vive da sempre a Latina. Dottore in Giurisprudenza, collabora con alcune realtà editoriali. Ha pubblicato «Come cammina un uomo senza gambe?», «Il vero volto delle donne», «Come campa un uomo senza soldi?», «Elisir» e «Tre donne».
  • Nicola Battistoni, 1971. Una laurea in ingegneria, un corso post-laurea in marketing e organizzazione d’azienda. Sposato con Milena e padre di Leonardo, si dedica a tante e svariate letture, fumetti compresi (che collezionava). Consulente in marketing per necessità, pivot per vocazione, vice sindaco e web master per passione, si definisce un “ingegnere col dono del congiuntivo”. Si guadagna da vivere scrivendo relazioni tecniche. Attivo nel volontariato e in politica, si muove come cofondatore dell’associazione per la pace “ilmondoamondaino”, come socio di “Informatici senza Frontiere” e sostenitore di Emergency.
  • Angelo Benuzzi è programmatore per mestiere e scrittore per psicosi. Vive a Livorno, lavora a Firenze ed è accompagnato dal sorriso della sua Signora. Il recente arrivo di un figlio ha abbassato il suo quoziente intellettivo e allargato il suo sorriso. Ha pubblicato “Hamburg blues” e partecipato alle antologie “Progenie” e “Valpurga”.
  • Dante Bernamonti, una vita da Genova a Milano a tappe. Vive di marketing e pubblicità. Adora il blues, la letteratura di genere, sua figlia e le emozioni. Ha scritto per Zona, Borelli, Damster, Mysecretdiary e Delos e ha curato per Damster l’antologia “La rabbia, l’amore e le nuvole senza tempo” dedicata alle canzoni e alla poetica di De Andrè.
  • Mariagrazia Bertarini, narratrice per passione, ha fatto dello scrivere il suo lavoro. Laureata in lingue e letterature straniere, vive a Cremona, dove “gioca” a scrivere testi scolastici, romanzi, fiabe e canzoni per bambini e ragazzi.
  • Chiara Bertazzoni (1979) è laureata in Lettere Moderne e lavora in un’azienda di telecomunicazioni. È vice curatore di «Thriller Magazine» (www.thrillermagazine.it) e collabora con diversi editori. Ha curato «Tutto il nero dell’Italia», «NeroMarche» (con Giuseppe D’Emilio), «Frittology» (con Lorenzo Trenti), «Lo sport in rosa» (con Barbara Balbiano). Con l’editore Perrone sta portando avanti il progetto di una collana dedicata alle regioni italiane. È un membro della «Carboneria Letteraria».
  • Eliana Bianchi è nata a Varese nel ‘71 e, per mestiere, fa l’assistente sociale. Scrive poco: è troppo pigra per una fatica così grande. Quelle rare volte che lo fa, però, le piace davvero.
  • Alexia Bianchini è nata a Milano nel 1973. Attualmente pubblica le sue poesie sul quotidiano online ventimiglia.biz. Il suo primo libro, un urban fantasy, è in uscita per «Linee infinite».
  • Patrizia Birtolo è nata a Mendrisio (Svizzera), ma è cresciuta a Como. Laureata in lingue e letterature straniere, insegna l’italiano ai bambini stranieri. Abita in Brianza con il marito Roberto e i figli Francesco e Gabriele. Suoi racconti sono presenti anche in «Lost Highway Motel 2», «Racconti dall’Oltrecosmo» e «Un Natale diverso».
  • Daniele Bollini è nato a Tradate (VA), ma abita in un piccolo paesino in provincia di Como. Ama leggere, soprattutto i libri un po’ movimentati, e non disprezza l’ironia. I suoi hobby sono la pittura e la fotografia. Di tanto in tanto, si permette di scrivere piccole storie.
  • Luigi Bolognini, laureato in Legge per motivi e in modi che ancora gli sfuggono, è diventato maggiorenne calcisticamente e anagraficamente il giorno di Italia-Argentina ai Mondiali del ’90. Ultras biancazzurro nel senso del Sondrio, la squadra della sua città, ha in tasca una tessera di socio del Barcellona, scrive di sport, spettacoli e varia umanità su “Repubblica”. È tra i fondatori della rivista di scienza e cultura sportiva “Linea Bianca”. Il suo ultimo libro, “La squadra spezzata” (Limina, 2007), è stato finalista al “Premio Bancarella Sport”.
  • Daniele Bonfanti, editor, pianista e compositore, ex campione di kayak, cultore di sport avventurosi, giornalista divulgativo, è autore di romanzi e racconti tra horror, weird, azione e fantascienza; ha curato raccolte tra le quali Archetipi e lavora come editor-in-chief per “Edizioni XII”. Cura due rubriche fisse sulla rivista Hera, principale testata italiana dedicata all’archeologia alternativa e ai misteri antichi e collabora con vari portali web, tra cui LaTelaNera.com. Vive in una vecchia e strana casa, isolata nel bosco, sulle Prealpi tra Lecco e Bergamo, con la moglie e le due figlie. La casa è infestata da gatti e fantasmi, due categorie di persone con cui va molto d’accordo.
  • Maurizio Bonfiglio è scrittore, autore e conduttore TV. Ha lavorato per LA7 come conduttore del programma “Sesto Senso” e per Sky con il programma “Presenze”. Ha pubblicato “Il pensiero di Rol” (Ed. Mediterranee – Roma, 2003) e “La Iena di S. Giorgio” (Ed. Il Punto – Torino, 2003). Come documentarista e conduttore, ha pubblicato i DVD “I misteri di Torino”, “ Rol, l’uomo, la vita, il mistero” e “I misteri del Canavese”. Esperto in studi paranormali, vive e lavora a Torino.
  • Marco Bonini, nato a Genova nel 1958, è avvocato civilista. Scrive da sempre storie brevi; alcune sono uscite nella rivista rock “Subway”, altre nella rivista letteraria “Caffè Venezuela”. Di recente, due racconti sono stati pubblicati nelle raccolte, edite da «Fratelli Frilli», intitolate “Incantevoli stronze” (2008) e “Donne” (2009). Appassionato di alternative rock, collabora anche con scritti e recensioni al sito di “Disco Club Genova”.
  • Cristian Borghetti è nato a Lecco il 10/09/1970. Ha frequentato l’università degli studi di Milano facoltà di Filosofia Estetica e scrive da quando aveva dodici anni. Ha pubblicato “Ora di vetro” (Montedit) e sta per pubblicare una nuova raccolta di racconti. Citando Byron, direbbe di sé: “Si diceva che a volte una lacrima tetra stesse per sgorgare, ma che il suo Orgoglio nell’occhio congelasse la stilla: camminava appartato cupo nel suo fantasticare, e deciso ad andarsene dalla terra natia, e di visitare climi ardenti oltre mare, drogato di piacere quasi anelasse il dolore, e per mutare scena sarebbe sceso fra la morta gente”.
  • Mario Borghi nasce a Sanremo (IM) nel 1964, ma abita a Ozieri, in provincia di Sassari. Non è scrittore né artista, però ama leggere e scrivere. Tenta di sopravvivere facendo l’imprenditore edile, è sposato e ha una figlia. Aderisce al neo-movimento culturale del “labirintismo” di Max Badiali e riversa le sue idee nel blog http://www.stranoforte.splinder.com. Molti suoi racconti sono stati pubblicati e un suo racconto appare nell’antologia “Auroralia” curata da Gaja Cenciarelli su un’immagine di Jerry Uelsmann. A breve, per Boopen, la sua prima raccolta “Distopie”. Ha curato un corso di scrittura creativa per l’associazione “La Voce in Musica” di Porto Torres, al termine del quale è stata prodotta l’antologia “La musica nelle parole” (Boopen).
  • Ferdinando Borroni si è laureato in Medicina nel 1981 ed esercita la professione di medico di Medicina Generale a Forlì. Negli anni ’80 ha collaborato con riviste ecologiste, con contributi riguardanti l’educazione sanitaria e ambientale, ed è stato uno dei fondatori dell’Università Verde della sua città. Negli anni successivi ha tentato di dar voce alle medesime tematiche tramite racconti brevi e filastrocche per i quali ha ottenuto anche riconoscimenti di una certa importanza.
  • Manuela Boschetti, nata a Gallarate nel 1982, giornalista pubblicista, disincantata, ma ancora alla ricerca dell’articolo perfetto. Da anni prova a far sentire la sua voce su alcune testate locali, sulla carta stampata e recentemente folgorata anche dalla rete. In passato si è occupata di sport, cronaca, politica locale e cultura, certa che la scrittura sia uno strumento incredibilmente potente. Attualmente collabora con alcuni blog e continua a scrivere, con la convinzione che anche la sua parola possa essere un veicolo di democrazia.
  • Maniglio Botti, 61 anni, nato in provincia di Perugia e cresciuto a Varese, per quasi quarant’anni – dopo il liceo Cairoli – ha lavorato come cronista al quotidiano “La Prealpina”. E’ appassionato di storia, di cinema e di musica leggera italiana degli anni Sessanta.
  • Jane Bowie cresce felice nella Scozia rurale, si laurea in lettere e storia ad Edimburgo e poi si trasferisce in Italia. Attualmente abita nel Varesotto, lavora in teatro, scrive e traduce. Sono tre lavori che le piacciono da matti, ma ancora di più le piacciono i suoi tre figli.
  • Federico Braconi nasce a Roma il 30/06/1987. Studia al DAMS dell’Università di Bologna. Ha collaborato scrivendo racconti per la rivista “Tabard” ed è redattore della pubblicazione on-line http://www.paperstreet.it per la quale è anche inviato ai festival.
  • Luigi Brasili è nato nel 1964 a Tivoli dove vive con la moglie e i due figli. Ha pubblicato racconti in numerosi libri e riviste, per diversi editori e testate tra cui Fanucci, Rai-Eri, Cronaca Vera, Writers Magazine Italia, Delos Science Fiction. Il suo primo romanzo è «Lacrime di drago» (Delos, 2009). Dal 2007 pubblica recensioni e interviste agli autori per conto del sito specializzato Lettera.com.
  • Rosa Tiziana Bruno è nata a Napoli, ma vive a Salerno, dov’è docente in una scuola superiore. Sociologa, specializzata nella formazione ai Diritti Umani, si occupa d’Intercultura, realizzando progetti mirati in varie scuole d’Italia. Ha esordito con un saggio di Sociologia dell’Educazione e, nel 2005, un suo contributo è stato inserito nel volume “La mia scuola” (Einaudi). Si è poi dedicata alla narrativa, privilegiando i racconti fiabeschi. Più volte finalista in premi letterari (come «Una favola per la pace», «Lingua Madre», «Un libro per il cinema» e «ReadActing»), nel corso del 2008 ha pubblicato anche “I ladri di favole”, un breve romanzo per bambini; da poco, ha ultimato una fiaba che affronta la tematica della paura, in maniera leggera e ironica. Il suo sito è http://www.ladridifavole.wordpress.com.
  • Elisabetta e Giovanni Bucciarelli sono fratelli. Nati e cresciuti a Milano. Lei scrive e a volte, vive. Lui vive e a volte, scrive.
  • Elisa Bussi, da anni, divide i suoi conoscenti fra chi si chiede se ci fa e chi è sicuro che ci è. Nel tempo libero, vive con il marito e la figlia in una città né grande né piccola della Pianura Padana sognando i suoi monti. In questa vita è nata il 6 ottobre del 1975, vive e lavora a Padova, ama – non corrisposta – la scrittura e legge, legge, legge.
  • Marco Buticchi, nato alla Spezia, vive e lavora a Lerici. E’ il solo italiano inserito nella prestigiosa collana Longanesi de “I Maestri dell’avventura”, accanto a Wilbur Smith, Clive Cussler, Desmond Bagley e Patrick O’Brian. Al suo attivo oltre un milione di copie vendute in mezzo mondo. E’ stato nominato dal Presidente della Repubblica commendatore al merito per aver contribuito alla diffusione della lingua italiana anche all’estero.
  • Alessandro Cal nasce circa venticinque anni fa in provincia di Milano, ora divenuta provincia di Monza-Brianza. Abita e studia a Como. Inizia a scrivere per necessità personale e divertimento di chi vuole ascoltare le sue storie, senza sogni di pubblicazioni cartacee o di altro tipo. Continua per dar sfogo al suo egocentrismo paranoico-paranormale, per il suo paio di lettrici di fiducia e per i suddetti motivi. Non ha scritto molto e ha reso pubblici pochi brevi lavori in qualche concorso on-line (Scheletri.com, Braviautori.it e, sotto pseudonimo, anche su XII-online).
  • Girolamo Calcara, autodidatta, ha iniziato a scrivere per piacere personale finché, spronato da moglie e amici, non ha deciso di pubblicare alcuni racconti sul blog “Liberodiscrivere”. Successivamente ha dato alle stampe il romanzo “I diamanti del Pirata” (Boopen) e, oggi, sta terminando la stesura di una raccolta il cui protagonista è un detective di provincia.
  • Roberta Calce è nata a Roma. Fin da ragazza ha sempre amato la poesia, la musica e tutta l’arte in genere. Si definisce una “dispensatrice di emozioni”. Speaker dal 1976, vanta un curriculum di radio locali e nazionali. Presta la voce anche per importanti manifestazioni culturali e di volontariato. Sensibile ai problemi dei bambini con problemi psicofisici, è diventata Ambasciatrice dei Diritti Umani e dell’Istituto Serafico di Assisi. All’attuale e intensa attività professionale e umana ha aggiunto anche un visitatissimo sito di poesie (www.poesieincalce.com). Al suo attivo le raccolte di poesie «”p” come amore» e «Rom’antica», che vanta la prefazione di Ricky Memphis. È autrice del recital “Musicamando”.
  • Giacomo Calzoni è nato a Perugia il 28 ottobre 1984. Di giorno collabora in veste di critico cinematografico a diverse testate di settore, di notte proietta pellicole. Come sceneggiatore di fumetti ha collaborato all’iniziativa benefica «Nuovimondi» (Alien Press, 2009).
  • Laura Campiglio aveva un piano A: andare a letto tutte le sere alle dieci con un buon libro e pochi pensieri. Le cose, invece, sono andate diversamente: è diventata giornalista (lavora per il quotidiano La Provincia di Varese) e grafomane, ha trovato in quel di Parigi una seconda casa e un primo marito, ha una figlia e troppe cose da fare. Ha pubblicato con Flaccovio i romanzi “Invece Linda” (2007) e “Chi dà il nome agli uragani” (2010). Attualmente vive a Legnano, dove è nata 29 anni fa. E tutti i giorni lavora alacremente al piano B.
  • Fabrizio Canciani, milanese, è laureato in Storia del Cinema e, come artista del teatro-canzone, è stato selezionato per il “Festival Giorgio Gaber 2007” e ha partecipato ad eventi come il “Progetto Jannacci”, il “Festival Della Musica” di Mantova, la rassegna della canzone umoristica “Dallo Sciamano allo Showman” a cura del Club Tenco, su Rai2. Ha fatto parte del “Musicomedians Lab” con Flavio Oreglio e, come scrittore di gialli, ha pubblicato per Todaro “La regola della cattura”, “Qualcosa che non resta” e “Il mio mitra è il contrabbasso”, nonché diversi racconti per la collana “Oltre il giallo” e il thriller umoristico “Il killer dei cacciatorini”; attualmente è impegnato nel progetto “Delitti e canzoni” che fonde canzone d’autore, cabaret, teatro-canzone e atmosfere noir. Il lavoro comprende uno spettacolo, un libro edito da Todaro e un CD distribuito da Venus. Il suo sito web è http://www.fabriziocanciani.com.
  • Silvia Canonico, classe 1980, non ha ancora libri pubblicati, ma scrive per riviste online quali “Parole fuori le mura” e “Scrittori precari” o culturali come “Flussi potenziali”. Ha comunque pubblicato brevi racconti e poesie nella collana “Giulio Perrone Lab”.
  • Carmine Cantile è nato nel 1978 a Villaricca (NA), ma risiede a San Marcellino (Ce). Architetto con la passione per il macabro ha al suo attivo molteplici pubblicazioni di racconti horror-thriller. Vanta, fra l’altro, anche una pubblicazione a tinte erotiche, mentre una sua freddura figura in un piccolo libro edito da «Feltrinelli» per scopi benefici. È in attesa di cominciare la stesura di un romanzo, un thriller psicologico surreale.
  • Andrea Carlo Cappi, nato a Milano nel 1964, ha pubblicato una trentina di libri tra romanzi, antologie e saggi, oltre a un numero imprecisato di racconti, per Mondadori, Sonzogno, Vallardi e altri editori. Specializzato in thriller e avventura, ha creato i personaggi seriali del Cacciatore di libri, Carlo Medina, Mercy “Nightshade” Contreras e padre Antonio Stanislawsky. Ha scritto sceneggiature di fumetti, racconti e romanzi su Martin Mystère e un ciclo di romanzi con Diabolik & Eva Kant. È stato consulente editoriale, direttore di collane e della storica “M-Rivista del Mistero”, oltre che traduttore di numerosi bestseller e di parecchie avventure di 007. Ha collaborato alla sceneggiatura del serial “Mata Hari” di Rai Radio2. Nel 2010 ha pubblicato il volume “Le grandi spie” (Vallardi), frutto di 32 anni di ricerche sul mondo dello spionaggio.
  • Tina Caramanico, a 3 anni e mezzo, guardando un programma televisivo per adulti analfabeti, ha imparato da sola a leggere e a scrivere e poi ha continuato con entusiasmo. Un innato senso estetico l’ha sempre trattenuta dal diffondere le cose che scrive. Ultimamente, però, ha smesso di contenersi, forse a causa dell’indebolimento cognitivo di mezza età. Tanto, si sa: nessuno è perfetto.
  • Stefano Carbini è nato a Ciampino, ma si sente di Macerata perché lì ha vissuto fin quando non è andato all’università. Oggi vive e lavora a Roma come consulente informatico. È sposato e ha due figli. Si diverte con la grafica 3D. Dopo una pausa di più di vent’anni, ha ripreso a scrivere qualcosa a seguito dell’incontro con «Anonima Scrittori». Un suo racconto è presente nell’antologia “Il Bit dell’Avvenire” (ed. Tunuè).
  • Marcello Castellano è nato a Varese l’11 luglio del 1961. Si occupa di mare e comunicazione. Quando è ispirato compone versi. A volte buoni, altre cattivi.
  • Tiara Castelli è lo pseudonimo di un consulente ed imprenditore finanziario, con la passione per la scrittura. Sta ultimando un romanzo, ambientato nella City londinese.
  • Daniela Cattani Rusich, nata a Milano da madre greca e padre friulano, è insegnante, scrittrice e pubblicista. Ha pubblicato sillogi poetiche, un romanzo a più mani, è presente in varie antologie e ha vinto alcuni concorsi. Redattrice per http://www.poetika.it, collabora anche con Onirica Edizioni come direttore creativo ed editor.
  • Marco Caudullo (Siracusa, nel 1975) vive e lavora in Piemonte. Vari suoi racconti vengono pubblicati in antologie edite da De Agostini, Delos, Terre di Mezzo, Montag, Perrone, Nuoviautori.org, e sulla rivista Short Stories. Nello stesso anno con il racconto “Fino alla Fine del Mondo” entra nella rosa dei vincitori del Premio Subway, e con “Come fantasmi” vince il premio Vivendo e Scrivendo. Nel 2009 esce la sua prima raccolta di racconti, “Mondi Paralleli”, pubblicata da Edizioni Cinquemarzo.
  • Carlo Cavalli ha 59 anni, una moglie, due figli, un gatto obeso. Promotore finanziario per vivere. Autore di nonsensi, doppi sensi, deformi aforismi, auto-epitaffi, glosse nane, glasse strane, racconti minimi del Settecento e gialletti smilzi Argento Ottocento per sognare.
  • Lorenzo Cavalli, ventinove anni portati discretamente e una carriera lavorativa da factotum portata male. Tra i suoi interessi: dormire, scrivere, leggere, scattare foto di gente che non pulisce le deiezioni lasciate dai loro cani per strada, redarguire aspramente le belle donne, promuovere l’uso del congiuntivo anche tramite violenza (il fine giustifica i mezzi), collezionare pornografia tardo-seicentesca.
  • Nicolò Cavalli, 23 primavere (nella media, estremamente piovose). Aspirante giurista alle prime armi, giornalista sportivo alle prime battute, personalità quadrata a prima vista. Piacevolmente pronta a smussarsi in un secondo momento. Ama scrivere di basket e di sport minori (parla di curling e poi muori). Tesi di laurea richiesta: l’usucapione della cattiveria altrui per alleggerire la pericolosa stupidità di molte persone.
  • Andrea Cavallini è nato e vive a Bologna. Ama leggere e scrivere. Non si è salvato dal fumo delle barricate.
  • Fabio Chessa nasce nel 1967 a Novara, dove cresce, studia, lavora, mette su famiglia e tuttora ci vive. Le sue passioni di ragazzo rimangono tantissime: le arti marziali, praticate fin dall’adolescenza, le Harley-Davidson, i tatuaggi, la fantascienza, i robottoni giapponesi, il disegno artistico e la lettura. Meteorman nasce nel 2007 come un personaggio di un racconto di lotte tra bande di biker, poi però le cose cambiano ed egli si ritrova lupo mannaro suo malgrado, costretto ad un perenne nomadismo (naturalmente in Harley), proprio a causa di questo suo fastidioso ‘disturbo’ periodico.
  • Tommaso Chimenti (1973), laureato in Scienze Politiche, è giornalista e critico teatrale. Ha vinto concorsi (come “Io alla Feltrinelli 2005”, “Subway 2006”, “La volpe e l’uva 2006”, “Premio Confidenze 2007”, “Premio Buitoni 2007”, “Eppur si stampa 2007”), è pubblicato in antologie come “L’Arno raccontato” (Polistampa), “Tutti esplosi” (Perrone), “Primo Amore” (Mondadori) e in varie riviste cartacee (“Cronaca Vera”, “Toilet”, “Fatece Largo”, “Beautiful Freaks”, “L’informazione”) e online (“Sagarana”, “Orient Express”, “Thriller Magazine”).
  • Mario Chiodetti è nato a Varese dove vive e lavora. Giornalista e fotografo, è autore di spettacoli musicali e teatrali e cantante. Colleziona libri e dischi d’epoca, ama i gatti, il lago e girare in bicicletta e in Vespa.
  • Michele Ciardelli nasce a Pisa nel 1972 dove tuttora vive. Dopo gli studi tecnico-nautici inizia a dedicarsi alla scrittura e nel 2002 partecipa al concorso “Alberto Tedeschi Giallo Mondadori” con il romanzo inedito «La Falena». Nel 2008 pubblica il suo primo libro, un giallo dal titolo «Sedici rose arancioni». E nel 2010 il suo primo romanzo dal titolo «Due giorni in più».
  • Marcello Cimino nasce nel secolo scorso, abbondantemente, e si appassiona fin da piccolo ai gialli (allora si chiamavano così).Grazie alle sue entrature è riuscito, del tutto immeritatamente, a pubblicare diversi racconti in altrettante antologie. Una delle più recenti, guarda caso, si intitola “365 racconti erotici”.
  • Barbara Cinelli, 36 anni, sposata, impiegata amministrativa che ha ben poco dell’amministrativa. Adora leggere e, da un paio d’anni, ha scoperto il piacere della scrittura, che è diventata ormai un bisogno compulsivo quotidiano.
  • Rita Clivio è nata nel 1966, a Orino, un piccolo paese della Valcuvia. Laureata in Economia e Commercio, si occupa di marketing e analisi statistiche. Convinta, però, che i numeri non possano spiegare tutto, si affida anche alla poesia.
  • Jon Coda è nato a 15 anni senza saperlo. È già morto e non lo sa.
  • Valentino G. Colapinto (valentino.c@libero.it) nasce ad Acquaviva delle Fonti (BA), dove tuttora risiede. Lavora da quasi dieci anni in un centro elaborazione dati, dove è anche rappresentante sindacale. Collabora regolarmente a periodici locali e siti d’informazione online. Organizza e promuove iniziative ed eventi culturali, tra cui il Festival Letterario “A Testa in Sud”. È un grande appassionato di letteratura, cinema, fumetti e viaggi. Un suo racconto è apparso nell’antologia fantasy Mahayavan (Edizioni Scudo, 2010).
  • Stefania Colasanti, infermiera professionale, è Sanitario Amministrativo presso la Asl di Roma, ufficio di Medicina legale. Inizia a scrivere a 12 anni partecipando al suo primo concorso (in latino) e vincendo il 1° premio. Accantona però questa sua passione per dedicarsi alla crescita dei figli e al loro mantenimento, lavorando per molto tempo. Dopo il suo 4o° compleanno decide di comprare un PC e inizia la gestazione del suo primo libro… Al quale manca poco per nascere. Continua a scrivere poesie e racconti brevi posti sul blog “Il sofà di Madame Khol” e sulla rivista “Il Segno”.
  • Andrea Collivignarelli è nato ad Arona il 21/01/1991. Quella notte d’inverno, forse, l’ha ispirato o marchiato; da allora è sempre stato malato di racconti e di scrittura, soprattutto se questa si tinge di noir, grottesco e follia. Da qualche tempo fa parte dei “Menestrelli di Jorvik” e scrive sulla loro rivista “Arabica Fenice“. Ogni tanto, poi, collabora anche con la trasmissione “Siamo in Onda“ di Puntoradio.
  • Stefano Colombo, nato a Varese sotto il segno dello scorpione, negli anni ‘90 è stato tra i fondatori del giornalino universitario “Fuori Corso”. Grande appassionato di viaggi, fotografia e sport (ha giocato nell’Hockey Club Varese e nel Rugby Varese), scrive per diletto, soprattutto sulle pagine della posta dei lettori di alcuni quotidiani nazionali. Ma sta preparando qualcosa di grosso, a quanto pare…
  • Lorenzo Colonna non crede che i nomi siano molto importanti, ma se proprio deve essere chiamato in qualche modo, crede basti Lorenzo. Il suo corpo, insieme alla Terra, ha compiuto quasi trentasei giri intorno al Sole ed è da quando ha memoria che scrive. Il suo primo racconto è stato battuto con la macchina per scrivere di suo padre e riguardava pochi zombie e diversi cadaveri. Quando lo scrisse aveva circa sei anni e i suoi genitori non la presero molto bene. Da quel momento, comunque, non ha più smesso di inventare storie.
  • Gaia Conventi ha vinto “Esperienze in giallo-Piemonte Noir 2008” con “Una scomoda indagine e un cane fetente” Nel 2009 si è aggiudicata il “Mystfest-Gran Giallo Città di Cattolica” con “La morte scivola sotto la pelle”. Con “La morte in pentola” ha vinto il “Premio Passi nel Buio 2009”. Con “Oni il demone” compare in “Lama e Trama 2010”, con “L’occasione fa l’uomo ludico” è in “Riso Nero”, con “Giona nel fuoco” è nell’antologia della XIII edizione di “Orme Gialle”. Nel 2010 è tra i giovani artisti scelti per rappresentare Ferrara alla manifestazione nazionale “Gemine Muse” ed è di nuovo in finale al “MystFest di Cattolica”.
  • Valentina Coppola, classe 1983. Le piace scrivere e leggere, soprattutto fantasy, ma anche thriller e noir. Ha alle spalle studi umanistici e, dopo alcune esperienze lavorative in campo sociale, ora si occupa di scrittura sul web. Scrive racconti: i suoi sogni, sono la sua principale fonte d’ispirazione.
  • Fabrizio Corazza, 38 anni, aspirante scrittore. Bologna.
  • Alan Cortez (pseudonimo), nato nel 1976 a Bogotà, è grafomane per necessità. Contraddittorio in quasi ogni aspetto della vita, è solare, ma solitario. Formazione scientifica, forte attrazione verso l’umanistica, strappato a un destino di povertà dall’adozione da parte di una famiglia italiana, porta ancora addosso i segni di ferite che faticano a rimarginarsi (abbandono, abusi, solitudine, omofobia). Vive la consapevolezza che il mondo e la vita siano peggio di quanto nessuno dica, insieme alla contemporanea voglia di amare appieno ogni singolo momento della propria esistenza. Il suo racconto nasce dalla necessità di dare sfogo alle emozioni che lo dominano ogni giorno, per descrivere gli eventi che lo hanno formato.
  • Francesco Cortonesi è fondatore, con Cristiano Stocchi e Maurizio Gambini, della “Filmhorror.com” (casa di produzione cinematografica indipendente e portale di riferimento del cinema dell’orrore in Italia). Ha scritto sceneggiature di cortometraggi, scrive articoli di cinema e letteratura per riviste come “Nocturno”, “Coolclub” e “Studi Lovecraftiani” e ha realizzato una mostra fotografica su NOF4, internato nel manicomio di Volterra. Sta lavorando a una graphic novel horror fiabesca, a una raccolta di racconti illustrati e al suo primo romanzo. Vive ad Arezzo e, ogni notte, sogna Bela Lugosi. E ci parla.
  • Valentina Cosimi è nata a Ravenna il 6 maggio 1978. Ha abitato ovunque e in nessun luogo. Insegnante per vocazione, ama le parole e tante ne dice, molte ne legge e alcune ne scrive.
  • Clarissa Costa è nata a Forlì nel 1992 dove frequenta l’ultimo anno di liceo classico. Scrittrice per passione (e, forse, un giorno per professione), ama l’arte in tutte le sue forme.
  • Manuela Costantini è nata a Giulianova nel 1970, dove vive e lavora. Ama immensamente la sua bambina di undici anni e le sue più grandi passioni sono la lettura e la scrittura. Ha pubblicato alcuni racconti su riviste e antologie (tra cui «365 Racconti erotici per un anno» per Delos Books e «L’eroina è merda che sa di vaniglia» per Cicorivolta) e su QN – Quotidiano Nazionale “La Nazione”. Ha vinto due concorsi letterari sul web. Sogna di pubblicare un romanzo.
  • Sergio Cova, geometra varesino classe 1978, ex-pallanuotista dal fiato corto e dalla penna facile, scrive per non parlare.
  • Fiorenzo Croci è alla sua prima esperienza con “storie cattive”. Per Mursia ha scritto un racconto di guerra (84.000 morti) e per le edizioni del Cavedio un giallo con ben 287 sospettati di omicidio. Fondamentalmente è un buono.
  • Manuela Cuadrado è una giornalista che si divide tra la carta e il web, tra il mondo dei viaggi e le recensioni letterarie (e non solo) del sito http://www.libriblog.com. E’ nata e vive a Milano, ma ha origini argentine (ecco perché il cognome con la “C”) e varesine. Si è laureata in Lingue e Letterature Straniere e ha svolto la trafila di corsi, seminari e stage in diversi giornali, anche all’estero, perché si ostina a credere che l’impegno e la preparazione siano la raccomandazione migliore. Ha pubblicato diversi racconti in varie antologie e ha un cassetto pieno di manoscritti.
  • Mariarita Cupersito, ormai laureanda in giurisprudenza, nasce in provincia di Salerno nel 1986. A 16 anni, il suo racconto viene premiato da Andrea G. Pinketts al Concorso “Mini giallo dell’anno” di Atena Lucana (SA). Nel 2009, il suo racconto “Lady Catherine” vince il Concorso “Poeti e Narratori” indetto da GDS che, lo stesso anno, pubblica la sua raccolta “Gocce di Cristallo Nero”. Nel 2010 è finalista al concorso letterario “Orme Gialle”. Ama la fotografia, sia davanti sia dietro l’obiettivo.
  • Emma Vittoria F. Dall’Armellina vive a Vicenza e si divide tra il lavoro (ha iniziato come volontario in Croce Rossa, poi è diventata autista soccorritore del 188 e attualmente lavora in una clinica psichiatrica) e la passione per la scrittura, la poesia e l’anima esplosa nelle notti di lavoro in ambulanza, tra un’uscita d’emergenza e l’altra. Ha iniziato con poesie, a volte dense e crude, per passare poi a brevi racconti. Sta terminando la stesura del romanzo storico «Il falco e il fuco» di prossima pubblicazione.
  • Armando d’Amaro ha alternato l’attività accademica a quella forense. Autore della “scuderia” Fratelli Frilli, ha esordito con «Delitto ai Parchi» (2007), seguito da «La controbanda» (2007) e «La farfalla dalle ali rosse» (2008). Ha curato le raccolte «Incantevoli Stronze» (2008), «Donne, storie al femminile» (2009) ed «Erotico Noir», di prossima pubblicazione.
  • Liliana D’Angelo (Caserta, 1966) è insegnante. Per “Medusa” ha pubblicato «Il profumo delle viole», «Il segreto di Villa Camilla», «L’albero dei desideri», «Chiedi alla luna», «Magica Europa» e «La schiava cristiana». Il suo sito web è http://www.lilianadangelo.it.
  • Gigliola Dassori, nata in Spagna nel 1961 e residente in Italia dal 1983, svolge con passione la sua attività infermieristica nel Distretto di Arquata Scrivia, scrivendo quale auto-terapia i racconti del suo personale vissuto, spesso a mo’ di favola. Ha pubblicato i suoi scritti su varie antologie, tra cui “La Storia di Zanzarin”, “La Trattoria del Garofano”, “La Dedica”. Impegnata costantemente nella propria crescita personale, autoanalisi e guarigione, sogna di pubblicare un saggio fiabesco che possa essere di stimolo agli altri per un più sereno vivere.
  • Klem D’Avino è nato a Palma Campania (NA) l’11 ottobre del 1967. Ha pubblicato vari racconti e poesie in antologie. La sua raccolta di poesie «La mia strada aveva l’orizzonte come limite» e il suo romanzo «Maledetto cuore» (scritto con Antonella Iannò) sono editi da Akkuaria.
  • Igor De Amicis scrive di diritto per le riviste giuridiche de «Il Sole 24 Ore». Ha curato diverse raccolte di saggi giuridici e, per la narrativa, ha pubblicato racconti in antologie come «Quattordici giorni a domani» (Demian),» Colpi di testa» e «Tutto il nero d’Italia» (Noubs), «Borsalino — Un diavolo per cappello» (Robin), «La Tierra de los Caidos» (Robin), «Crimini di piombo» (Laurum), «Bersagli innocenti» (Flaccovio), «Onda d’abisso» (L’orecchio di Van Gogh). Ha curato per Demian, insieme a Mauro Smocovich, l’antologia «Bloody-Hell. Storie di demoni e angeli caduti» e ha partecipato alla realizzazione del «Dizionoir» e del «Dizionoir del fumetto» editi da Delos. Collabora con «Thrillermagazine» e «Sherlock Magazine».
  • Bruna De Battisti (Milano, 1965) si confronta con la cultura tedesca dai 18 ai 32 anni. Rientrata in Italia, conosce anni difficili che, sommati a quelli dolorosi dell’adolescenza, aumentano il suo bisogno di esternare e di dar vita al groviglio interiore di martellanti pensieri che desidera veder pubblicati. Attualmente vive e lavora ad Arona, sul lago Maggiore, con la mamma ottantacinquenne e il figlio Luca di tredici anni. Per guadagnarsi il pane, lo vende. A Milano, comunque, ha ancora parenti, amici e l’amore.
  • Patrizia Debicke van der Noot è nata a Firenze. Bilingue, ha terminato i suoi studi in Francia. Ha pubblicato «Una foto dal passato», «Ritratti di matrimonio – La saga dei Corgyll», «Il dipinto incompiuto», «La tigre di Giada», «Una seconda vita» e «Il gioco dei Menù». Per Corbaccio/GeMS ha pubblicato «L’oro dei Medici», «La gemma del cardinale» e «L’uomo dagli occhi glauchi». Il suo sito è http://www.patriziadebicke.com.
  • Fdecollibus ha ricevuto il suo indirizzo di rete nel 1979 e… Ops, sono finite le 365 parole (che questa non è mica un’antologia bisestile!).
  • Gianluca Della Monica, romano, milanese d’adozione, scrive aforismi, poesie, racconti e romanzi. Attualmente sta lavorando al suo settimo romanzo. I suoi generi vanno dal drammatico al thriller, dallo storico al sentimentale. È fondatore di un sito letterario dedicato agli scrittori emergenti: http://www.ilromanziere.com.
  • Aurora Del Salice vive in Romagna da anni, terra che adora. Ha organizzato la sua vita secondo una triade di valori che si riassumono in un’unica parola: bioeconomicità. Vita, Economia, Semplicità. Il suo quotidiano è all’insegna della diversità, dell’handicap fisico e della creatività a basso impatto ambientale; la scrittura è una opportunità regalatale dalla difficoltà nel camminare. Il suo sogno è diventare un cantastorie.
  • Cecilia Deni (Cagliari, 1957) vive a Bologna dove ha conseguito la laurea in Medicina, vive con il marito e due figli e svolge la professione di medico di famiglia. Appassionata lettrice, scrive racconti anche ispirati alla propria professione. In Rete come Capsicum, dal 2003 gestisce un blog molto frequentato (www.radicidellozio.splinder.com), il diario di un medico volto alla condivisione del rapporto di cura.
  • Anna De Pietri è nata a Varese nel 1975. Laureata in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Milano, è giornalista pubblicista. Si occupa di comunicazione e media; ciò che ama della scrittura è la possibilità di raccontare quello che si nasconde dietro a ogni superficie.
  • Dayana De Rosa ha 23 anni e ama scrivere da quando ne ha 14. Troverete altri racconti sul suo blog personale: http://www.impronte-grafiche.blogspot.com.
  • Paolo Di Crescenzo è nato ad Albenga nel 1973 e vive a Boissano con la moglie e i due figli. Ha pubblicato alcuni racconti in vari siti web come «Otherside 2002» e «Progetto Babele» e sulla rivista cartacea di «Progetto Babele». Nell’ottobre 2007 ha pubblicato con ‘Ennepilibri’ una raccolta di racconti noir intitolata «Sguardo rosso sangue». Nel giugno 2010, ha pubblicato con ‘Delos Books’ un racconto nell’antologia “365 racconti erotici per un anno”.
  • Matteo Di Giulio vive a Milano, dove è nato nel 1976. Al suo primo romanzo, «La Milano d’acqua e sabbia», finalista al Premio Belgioioso, è seguito «Quello che brucia non ritorna». Suoi racconti sono stati pubblicati in diverse antologie e su «Velvet – la Repubblica». Ha collaborato come critico cinematografico con riviste e festival.
  • Federico “Ruysch” Di Leva è nato il 6 ottobre del 1982. Le storie lo appassionano da sempre e, forse anche per questo motivo, si è laureato in Lettere Moderne. È presidente dell’associazione culturale Menestrelli di Jorvik e, con loro, organizza corsi e serate di lettura e gestisce la redazione della rivista «Arabica Fenice».
  • Roberto Donati è nato ad Arezzo nel 1980. Come saggista è autore di “Sergio Leone. America e nostalgia” (Falsopiano, 2005) e del gemello eterozigoto “Sergio Leone. L’America, la nostalgia e il mito” (Falsopiano 2009), nonché di incursioni in numerosi volumi collettanei. Come sceneggiatore, scrive per cinema, tv e fumetti. Con EF Edizioni ha pubblicato l’antologia a fumetti “Quattro storie nere” e ha in corso d’opera un’antologia di racconti erotici; per Star Comics ha scritto un albo della serie Nemrod. Ha ucciso Coralina Cataldi-Tassoni per Dario Argento (“La terza madre”) e ha lavorato, in Italia e negli Stati Uniti, come aiuto regista e assistente di produzione. Cura il suo alter ego in Rete sul blog http://www.fontinaboy.blogspot.com.
  • Cristina Donati è nata in Liguria e attualmente vive in Toscana. Alle spalle, una maturità classica e una laurea scientifica. La sua passione per tutto ciò che riguarda lettura e scrittura è cresciuta e si è radicata negli anni e, oggi, è redattrice di «Fantasy Magazine» e «Terre di Confine». È già stata più volte pubblicata: «Short Stories» (Scudo), «Effemme» (Delos), «L’eroina è merda che sa di vaniglia» (Cicorivolta), «Cinquecento gocce d’inchiostro» (Domino).
  • Sergio Donato (Foggia, 1975) vive nella provincia bolognese dal 1994. Ha all’attivo diverse pubblicazioni su «Writers Magazine Italia» e un racconto all’interno di «Libera uscita» (Delos Books, 2006). È presente nell’antologia «Dragonland» (collana Odissea Fantasy di Delos Books, 2009) e in «365 racconti erotici per un anno» (Delos Books, 2010). Alcuni suoi racconti sono reperibili online sui siti Thrillermagazine.it e Horrormagazine.it.
  • Ippolita D’Orso è nata nel 1970 a Milano, città in cui vive. Lavora dal 1991 come assistente di direzione in una multinazionale americana. La sua passione per la scrittura è iniziata a dodici anni, quando ha cominciato a tenere un diario su cui ogni sera raccontava com’era stata la sua giornata. Ha frequentato un corso di scrittura creativa presso la Dreamquest. Ha pubblicato il racconto “Incontri” all’interno dell’antologia “365 racconti erotici per un anno” (Delos). Il suo sogno nel cassetto è pubblicare un romanzo a cui sta già lavorando. Ama la musica, soprattutto pop e rock; i Duran Duran sono il suo gruppo preferito, la passione più grande dal 1983. Adora leggere e andare al cinema. La si trova anche in Rete: http://www.facebook.com/ippolita.d’orso.
  • Lorenzo Duecentocinque (1963) vive e lavora a Induno Olona (VA). Non può essere considerato uno scrittore, ma nel 2009 ha pubblicato “Hasta la Fin del Mundo… in Vespa!” (www.findelmundovespa.tk) per narrare le vicende di un avventuroso viaggio con amici attraverso la Pampa e la Patagonia, in sella a delle Vespa. Nel web è conosciuto come “Lorenzo205”, ha ideato e realizzato la rassegna di letteratura vespistica “Chilometri di parole in Vespa” (www.paroleinvespa.tk) ed è moderatore del forum “Viaggi” di http://www.vespaonline.com, l’importante sito dedicato all’inarrestabile scooter italiano.
  • Patrizia Emilitri Ruspa vive e lavora a Vedano Olona. Scrittrice per passione da sempre, ha partecipato a diversi concorsi letterari con discreto successo. Nel 2009 è stata finalista al «Morselli» e vinto il «Conca Azzurra», nel 2010 ha vinto il «Premio Chiara – Inediti» e pubblicato il suo primo romanzo “La volta del Bricolla” (Macchione).
  • Tommaso Fabiograsso è nato a Viadana (MN) nel 1970. Giornalista free-lance, abita a Varese da qualche anno, ma preferisce vivere nei romanzi e nei racconti noir scritti da chi l’ha messo al mondo.
  • Riccardo Falcetta è nato ad Andria, dove vive. Laurea in Dams a Bologna e Master in radio e tv a Roma, è un appassionato di cinema, letteratura, musica estrema e sperimentale e fumetto e svolge diverse attività da libero professionista. Ideatore e regista di cortometraggi e videoclip («Notte fuori» e «Danzese» i più rappresentativi) pubblica articoli per varie testate e si dedica alla narrativa. Ha da poco pubblicato il racconto «Le Ombre di Ulthi-Mah» nell’antologia “Mahayavan I – Racconti dalle terre divise” (Scudo ed.).
  • Alessandro Falco è nato in Liguria, ma abita in Africa. Legge e scrive per diletto. Se possibile, a proposito del mare, con il mare vicino.
  • Stefano Fantelli ha pubblicato per Mobydick “Alla fine della notte” e per Cut-Up “Dark Circus”, “El Brujo Grand Hotel” e “Strane ferite”. Il suo e-book “Bambine cattive” (La Tela Nera) ha avuto più di 50.000 download. Non si sa nulla di ciò che tiene seppellito in giardino.
  • Patrizia Ferrando è nata a Genova nel 1974 e vive in provincia di Alessandria. Giornalista e pubblicista, si occupa anche dell’organizzazione di eventi. Scrive racconti, a volte a sfondo storico, e monologhi teatrali, mentre prepara il suo primo romanzo. Ha ricevuto riconoscimenti e segnalazioni in concorsi letterari, aggiudicandosi anche il «Premio Castelfiorentino 2003» e il «Premio Arno Fiume di Pensiero 2006».
  • Andrea Ferrari (Milano, 06/07/1977) ha pubblicato tre romanzi con Eclissi editrice: “Milano A. Brandelli”, “Bravo Brandelli” e “Milano muta”. Tutti i suoi romanzi hanno come protagonista lo stralunato detective privato Andrea Brandelli, questo racconto, invece, no.
  • Lodovico Ferrari vive a Borgosesia (VC), è sposato e ha tre figli. È Informatico di professione. Scrive racconti brevi quando tutti gli altri impegni glielo permettono e, spesso, li pubblica in forum dedicati. Predilige il genere noir e le storie “cattive”. Il suo sito è http://www.lodo.it.
  • Francesca Finarelli è ispirata dal ragno, suo animale guida, nella tessitura di nuovi mondi. Scrive di scenari digitali, brand con crisi d’identità e futuri insostenibili.
  • Giuliano Fiocco nasce nel 1966. Scrive. Attualmente sono circa una decina le antologie che contengono suoi racconti come “Il rumore della neve” (in “Viaggi con i mezzi pubblici di trasporto” curata da Giulio Mozzi), “Bellezza d’animo” (sul “Secolo d’Italia”), “Con gli occhi dei bambini” (in “Spettri metropolitani” curata da A.G. Colombo), “Lex inferi: heri hodie semper” (in Jubilæum del 2000, sempre a cura di A.G. Colombo), “La fiammiferaia” (in “Bad Prisma” curata da Danilo Arona per la Mondadori). Nel 2001 ha pubblicato il romanzo “Fine continua” con prefazione di V. Evangelisti.
  • Italo Fiorato è nato a Genova nel 1955. Ha collaborato con il quotidiano cittadino “Il Lavoro”, attuale inserto di “Repubblica”, alla fine degli anni ’70. Nel 1975, alcune sue composizioni poetiche sono state pubblicate sulla collana “I Nuovi Poeti Contemporanei” (Il Parnaso). Da più di 25 anni collabora con associazioni non governative che si occupano di “Diritti Umani” e, in particolare, dei valori etici che ne costituiscono il presupposto. La sua produzione ha oggi raggiunto una prosa poetica attraverso un genere particolare che unisce elementi del giallo, del noir e dello storico.
  • Maria Alberta Fiorino ha cinquantasette anni, vive a Valderice, scrive da poco e per gioco. Alcuni dei suoi racconti sono stati pubblicati in alcune antologie della Giulio Perrone editore, nella rivista WMI Italia e nella raccolta “365 racconti erotici per un anno”.
  • Simona Fiscale, ventinovenne napoletana laureanda in Lingue e Letterature Straniere, coltiva un rapporto irregolare e illegittimo con la scrittura.
  • Peg Fly, pseudonimo di Grazia Cormaci, vive a Roma e a soli 12 anni ha elaborato la sua prima commedia “Il Maragià”. Conseguito il secondo diploma di scrittura per il cinema (Associazione Minio), oltre a quello professionale, scrive trasposizioni teatrali, sceneggiature per cinema e fiction tv, tratte da suoi scritti o da autori quali Ibsen, Inger, Sciascia, Calvino, Pirandello e Gogol. Per «Il ciliegio» ha pubblicato i primi due libri dell’esalogia «Alit», ha vinto recentemente il contest di scrittura horror indetto da Castelvecchi con “Terra dell’ombra” e per «Statale11» ha scritto l’horror «Il nido dei dannati». Il suo sito è http://www.graziacormaci.com.
  • Claudio Foti (Roma, 1967) laureato in giurisprudenza scrive a getto continuo storie di mondi inquietanti: il mondo dei Nani e degli Elfi di Athom, il mondo di Roma nell’oscuro anno Mille che ha come protagonista il Papa Mago Silvestro II, il mondo enigmatico dei Maya, il mondo degli Indiani d’America e altri universi arcani e misteriosi. I suoi lavori principali sono «Dobb gli adoratori di Fenrir», «Trilogia di Zymill», «Ombre su Campo Marzio», «Il Grande Orso», «Fantaracconti Romani», «Racconti: Lycaonia», «Il Giardino di Barok-Taar», «San Silvestro», «Il Circolo di Piazza Tuscolo». Nel 2010 ha pubblicato «Il Codice Voynich» (Eremon). Il suo sito web è http://www.claudiofoti.com.
  • Fabio Fracas è giornalista, editor, sceneggiatore e autore. Oltre a racconti, libri e poesie, scrive per cinema, teatro e fumetti. Ha pubblicato volumi di narrativa, gialli, fantasy, libri gioco e saggi. Le sue opere sono state lette e rappresentate in vari festival e da diverse compagnie. Ha ricevuto diversi riconoscimenti letterari e nel 2004, con la poetessa Federica Castellini, ha fondato a Padova la scuola di narratologia MacAdam, MacAdemia di Scritture e Letture.
  • Annalisa Fracasso ha scritto i romanzi «Bucce d’acino» e «Il labirinto d’acqua» e ha pubblicato il libro di racconti «Tre di me», l’autobiografia ironica a episodi «Cuor di briossshhh» e una trilogia di rivisitazioni goldoniane dal titolo «Amico Carlo». È in fase di pubblicazione la favola «Storie della foresta incantata» e la raccolta di poesie «Lievi passi tra i giorni». Il suo sito Internet è http://www.annalisafracasso.com.
  • Riccardo Francavilla nasce a Latina nel 1958, in casa, come si usava una volta. Frequenta il Liceo Classico di Latina, l’università La Sapienza di Roma, il Magistero di Lettere e Filosofia, la scuola di Cambridge di Surbiton Hill, il corso di arabo per stranieri di Cambridge, lavora per anni in radio (Radio Latina 1, Radio Immagine, Musica Radio, Radio Enea Sound, Radio Pontina), fonda lo studio di registrazione «Otite» con Sandro Serafini, inventa decine di jingles, lavora come creativo in agenzia di pubblicità con Pino Maggiore, inizia a scrivere software, pubblica il suo primo videogame («L’avventura dei tuoi sogni», JCE), scrive programmi e utilities, software per i militari, è fotografo, web designer, grafico, illustratore, progettista elettronico, scrittore, bancario.
  • Fabrizio Fulio-Bragoni, nato a Rieti nel 1981, vive a Torino dal 1986. In passato si è occupato di cronaca nera, cinema, musica, letteratura e arte contemporanea, scrivendo per chiunque fosse disposto a offrirgli spazio, sul web o su carta. Oggi si divide tra il blog NonSoloNoir, il web press Milano Nera e Sugar Pulp.
  • Lia Fumagalli è nata a Morbegno (SO) il 26/09/51. Sposata, ha un figlio. Vive in collina con suo marito e tre gatti. Fino all’anno scorso ha fatto il direttore amministrativo in un liceo di Bergamo, ora è più libera e si dedica maggiormente alle cose che le interessano. Ha riconquistato il suo tempo e scrivere è un bellissimo modo per usarlo.
  • Giovanni Fusco è nato a Napoli, dove vive da 54 anni. Insegnate di liceo, da sempre è immerso anima e corpo tra i giovani. Adora scrivere, anche se si è dedicato da poco alla narrativa. Ama giocare con il teatro (recitazione e regia), ma anche leggere e dedicarsi a computer e videogiochi. Da sempre si dedica a svariate attività di volontariato.
  • Carolina Gaetano è nata a Napoli il 2 dicembre 1986. Ha amato fin da piccola leggere e inventare storie, giocando con parole e fantasia. Questa passione l’ha portata a frequentare il liceo classico Vittorio Emanuele II e a scrivere molti racconti, che ha poi pubblicato su blog e siti internet. Solo recentemente ha deciso di puntare in alto e di cercare uno sbocco nell’editoria, perché sente diventerà la sua vita.
  • Marcello Gagliani Caputo (Palermo, 1974) ha debuttato con la raccolta “Finestra Segreta Vita Segreta” (2000). Giornalista pubblicista, ha curato l’antologia «Professione Esordiente» per poi dedicarsi al cinema con i saggi “…Altrimenti ci arrabbiamo! Il Cinema di Bud Spencer e Terence Hill” e “Bad Boys: La Figura del Cattivo nell’Immaginario Cinematografico”; ha partecipato al libro “Christopher Lee. Il Principe delle Tenebre” (Profondo Rosso, 2008). Collabora con diversi siti di critica e informazione cinematografica; il suo blog si trova all’indirizzo http://www.marcellogaglianicaputo.wordpress.com.
  • Alessio Gallerani è nato a Ferrara, ma si è subito trasferita nella vicina Cento. Lì si è diplomato al classico e poi a Bologna in ingegneria civile. Il disegno è sempre stata la sua passione, prima di rendersi conto che raccontare storie lo era di più. Ha pubblicato un romanzo weird-fantasy per Domino Edizioni, primo della trilogia di Rootworld e un racconto sulla rivista letteraria “Tratti” del 2009, edita da Moby Dick. Un suo racconto breve si trova anche sul Carlino. Quest’anno, per Scudo, uscirà un lungo racconto heroic-fantasy sull’antologia “Mahayavan”, mentre un altro è già stato pubblicato nella raccolta “Progenie”, tributo a Lovecraft.
  • Alessandra Gallo è nata a Torino e attualmente vive a Houston, nel Texas. Insegnante di inglese in aspettativa, alcuni suoi racconti sono apparsi sulla Writers Magazine Italia, sulle antologie “Femmine” e “365 Racconti Erotici per un anno” entrambe di Delos Books, e sulla raccolta “I sentieri del cuore” edita da Montag. È membro della giuria del Concorso Internazionale Haiku organizzato da Cascina Macondo.
  • Matteo Gambaro (Venezia, 1975) vive e lavora a Torino. Fra le partecipazioni antologiche: «13 frammenti di mistero» e «I pionieri dell’anno 3000», «Mondi possibili e impossibili» e «L’Almanacco del Foglio Letterario 2003», «AIGAM – MAGIA», «Oltre il reale», «Wakati Ujao – Futuro Africano», «Mangiami», «Highlander 2009», «Il peccato tra le righe», «365 racconti erotici per un anno». Per «Il Pentacolo» è coautore di fumetti e giochi di ruolo come «Venetia Oscura», «Venetia Oscura espansione laguna» e «Charme». Nel 2001 apre “GIO.CO.”, il primo sito in Italia completamente dedicato ai Giochi di Comitato, una risorsa gratuita molto conosciuta e apprezzata. Nel 2009 pubblica invece «Avorio» (Historica), un’antologia noir di quattro racconti con cinque illustrazioni originali (www.lagunaweb.gdr.net/avorio).
  • Lucia Gandolfi ama scrivere. Per l’Associazione Amici della Biblioteca di Rozzano organizza corsi di scrittura e lettura. Ha creato e scrive a quattro mani il blog http://www.gruppodiletturarozzano.blogspot.com e ha pubblicato recensioni di libri sulla rivista «Buscadero».
  • Stefano Garante nasce a fine degli anni 70, nel centro Italia. Viaggiatore per passione e per lavoro, ha vissuto in Inghilterra, Australia, America. Nel tempo libero si occupa di attività benefiche. La sua più grande passione è scrivere.
  • Amelia Gatti, caschetto nero e occhi di ghiaccio, fa la traduttrice. Ha avuto tre mariti da cui ha divorziato, accumulando un discreto capitale. È una raffinata sommelier e cresce i tre figli dei tre mariti fra la campagna e il mare, insieme a un numero imprecisato di felini.
  • Gloria Gerecht è nata a Roma il 27/09/1943. Esordiente tardiva, scrive in prosa da soli tre anni. E solo corti. È presente con racconti su “LeggendoScrivendo”, sul blog di Barbara Garlaschelli e in parecchie antologie sia con racconti sia con sonetti romaneschi. Viene pubblicata da Transeuropa in Over Age 2009 e, per il prossimo anno, è prevista (sempre per Transeuropa) una raccolta di suoi racconti. I sonetti di Gloria Gerecht (firmati col nickname Gigi) si trovano anche in Rete all’indirizzo http://www.pasquinaria.blogspot.com.
  • Antonio Giannandrea è nato ad Atri (TE) nel 1981. Laureato al DAMS della Terza Università di Roma, dopo un Master in Gestione d´impresa cinematografica e audiovisiva ha lavorato alla produzione di lungometraggi internazionali e nella pubblicità. Ha all’attivo oltre quattrocento componimenti poetici e svariati racconti. Collaboratore della sezione cinema del sito internet “Fonopoli”, editor e copywriter free-lance per diverse agenzie pubblicitarie, ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie nel 2009 con «Giraldi» di Bologna. Attualmente vive e lavora in Germania, a Monaco di Baviera.
  • Ferruccio Gianola (1961) collabora con «Edizioni XII» e il sito «La Tela Nera». Alcuni suoi racconti sono inseriti in antologie, disperse nei meandri letterari. Il suo sito ufficiale è www.ferrucciogianola.blogspot.com.
  • Carol Gianotti. Artista. Si muove nell’ombra, osservando. Non tace le sue ossessioni e le sue stranezze, ma resta una persona comune. Crea opere sperimentali dove la pittura, i materiali e il gesto si intersecano e tracciano nuovi confini. Dipinge, legge, scrive, sempre alla ricerca di quel qualcosa di stridente, acerbo, significante. Anche se imperfetto. La sua vita è il colore spalmato, gettato e impresso. E poco altro.
  • Daniela Giorgini ha un blog personale su Splinder: «Sogni… è tutto quello che c’è». Ha pubblica nell’antologia de «La Mente e il Cuore» alcune poesie scelte: «Come una foglia», «Così ti amerò», «Danza la mia anima». Partecipa all’antologia “Senza Fiato”, curata da Guido Passini, con la poesia «Ogni respiro», pubblica «Le mie emozioni diventano poesie» (Lulu, 2008) e partecipa all’antologia “Una fiaba per volare” con il racconto «Istriel e Mirial» (SPSN, 2010).
  • Silvia Giovannini, trentacinquenne, un po’ piedi per terra un po’ persa nell’aria, scrive per passione. Di roba seria, con una spruzzata di fucsia. Per incontrarla e conoscerla, visitate il suo sito http://www.effettoliftingt.it.
  • Valter Giraudo è nato a Torino nel 1962, dove attualmente vive e lavora. Collabora come giornalista indipendente con diversi periodici. È autore e coordinatore di alcuni siti e blog, nonché creatore di vignette e testi satirici ed umoristici che firma con lo pseudonimo di “Valterinik”. In qualità di Iridologo-Naturopata, scrive libri di medicina naturale e vari articoli inerenti a tale tema. Per passione, scrive racconti e libri, soprattutto noir psicologici. La fede buddista l’ha sicuramente influenzato nel suo modo di esprimersi e di scrivere, portandolo a vedere le cose sotto una nuova prospettiva. Ha pubblicato «Incubi» (GDS, 2010), «Ricercando la verità» (Miele, 2010 – Vincitore del premio ‘Narra il saggio’), «Vamp 2009» (Area 31 Press, 2009), «Parto di sangue» (La riflessione, 2009), «Vaults 2008» (Ferrara, 2008), «Oscurità fondamentale» (Natrusso, 2008) e «Vitamine e minerali» (Atlantide, 1993).
  • Giorgia Rebecca Gironi (1979) vive e scrive a Milano. Dopo studi artistici si laurea in design del gioiello presso l’Istituto Europeo di Design di Milano. Sin dall’adolescenza si dedica alla scrittura, ma si impegna in una produzione più articolata dai 24 anni, con grandi ricerche sul linguaggio e su personali forme espressive. La prima pubblicazione è il romanzo breve “Imago” (Il Melograno, 2007) con cui vince il I concorso ‘Anime Nere’. Nel 2009 pubblica il fantasy “Draco” (Albatros), entra nelle antologie ‘Profondo Noir’ (9Muse.net) con “Il Veleno delle lucciole”, ‘Vamp 2009’ e ‘Samhain 2009’ (Ferrara Edizioni, con “Thomas” e “Pan”) e viene selezionata per le antologie ‘365 racconti erotici per un anno’ (Delos) con “Kuroi, l’inverno” e ‘Carabinieri in Giallo 3’ (Gialli Mondadori) con “Fiori Rossi, Fiori Gialli”. Nel 2010, il suo racconto “L’ultimo giorno dell’estate dei miei quindici anni” è stato selezionato nel concorso nazionale ‘Caffè Letterario Moak’.
  • Rossana Girotto vive sul Lago Maggiore, con il cuore in Irlanda e la testa a Venezia (o viceversa). Collabora con stampa locale e web press, occupandosi di arte, letteratura e cultura in genere. Dal 2008 è tra gli autori del talk show “Siamo in Onda di Puntoradio (FM 96,3). Un paio di racconti sono pubblicati nel libro “Parole al vento” tratto proprio dalla trasmissione radiofonica. Altri racconti hanno vinto alcuni concorsi letterari e appaiono nelle rispettive antologie. Ha creato “Le Favole MusicAnimate”, una performance di tipo teatrale con lettura, immagini e musica dal vivo. Dopo “Lo Gnomo di Curiglia” (Il Colibrì, 2008) sta per dare alle stampe una raccolta di racconti tutti al femminile.
  • Vincenza Giubilei è nata a Roma e lavora per un ente pubblico. Scrivere, per lei, è un grande piacere. Ha pubblicato la fiaba «Le fate» nella raccolta «Il mercante di fiabe».
  • Norma Giuca nasce a Scicli (RG) il 12 giugno 1964. Dopo la maturità classica si laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università di Catania. Fin dagli anni degli studi universitari svolge attività di traduzioni dall’inglese e dallo spagnolo. Per alcuni anni ha insegnato italiano agli stranieri presso una cooperativa. Attualmente è docente presso un istituto d’istruzione superiore. Nel 2004 ha vinto il primo premio di poesia «Orsa Venezia». Nel 2010, una sua poesia e un racconto sono stati pubblicati in due antologie edite da «Giulio Perrone LAB».
  • Massimiliano Govoni è nato a Pieve di Cento (Bologna) nel 1973 e lavora per un gruppo bancario-assicurativo. Ha pubblicato numerosi racconti e collabora con alcuni siti web dedicati alla letteratura. Nel 2009 una sua opera è stata selezionata dal premio Roma Noir, nel 2010 un suo racconto è uscito per Delos Books nell’antologia “365 racconti erotici per un anno”. Nella sua esperienza artistica ci sono anche una web-radio (www.radionebbia.it), l’organizzazione di un concorso di scrittura creativa (www.labpieve.it), un corto e alcune performance audio-visive. Il suo sito è http://www.massimilianogovoni.it.
  • Alessio Gradogna, nato in Piemonte nel 1978. Laureato in Lettere, si occupa di scrittura, giornalismo e critica cinematografica. Ha collaborato con importanti siti e riviste specialistiche, nel 2004 ha vinto una delle sezioni del premio nazionale di critica «Giovane e Innocente» e ha pubblicato i libri di saggistica «Tokyo Syndrome» (con Fabio Tasso, 2006) e «I dannati e gli eroi» (2008). Attualmente gestisce la Guida Cinema Horror di Supereva, ha un suo blog (Cinemystic), è redattore di Sentieri Selvaggi, collabora saltuariamente con altri siti e frequenta i festival di cinema con accrediti stampa. Nel 2010, alcuni suoi racconti di narrativa sono stati selezionati e inseriti all’interno di varie antologie per diversi editori. Ha scritto anche due romanzi, «Lucida Follia» e «Tam_9.0».
  • Antonio Grasso è nato a Catania il 16 novembre del 1974. Dopo aver conseguito il Diploma di Maturità Tecnica Commerciale e il Diploma di Massaggio Generale, si è inscritto al Corso di Laurea in Scienze dell’educazione presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Catania, dove sta per conseguire la laurea. Nel 1997 ha ricevuto la Segnalazione Speciale della Giuria per la Poesia “Oblio” presso il Circolo Letterario “Luci Spente” di Acireale. Attualmente si occupa di bambini affetti da Autismo, in particolare da Sindrome di Asperger.
  • Patrizio Greco nasce a Napoli nel 1953. Sin da ragazzo mostra una grande passione per i libri e, dopo essere stato promotore per la più grande casa editrice cattolica italiana, si mette in proprio con un centro di diffusione della “Buona Stampa”. Sposato e padre di quattro figli, ha pubblicato “Itinerari di Fede in Calabria”, una guida premiata dalla Presidenza del Consiglio Regionale Calabrese. Pubblica racconti e recensioni su vari siti e, di recente, il racconto “Il castello dei ricordi perduti” è entrato nell’antologia “Racconti nel castello” (La Penna Blu) ed è stato finalista al Premio “Città di Barletta”. È presente anche nell’antologia “365 racconti erotici per un anno” (Delos). Deve ancora pubblicare il romanzo SF “La voce del vento” e gestisce «L’Apologo dell’Epilogo», un blog molto seguito.
  • Anna Grieco ha 38 anni ed è madre di 4 splendidi figli. È una scrittrice esordiente e, a breve, esordirà con il suo primo romanzo: “Amore al di là del tempo” (Linee Infinite).
  • Luca Guardabascio è regista, sceneggiatore e scrittore. Ha scritto e diretto il film di genere Marron “Inseguito” con Fabio Testi, la commedia amara “Addio Notte Bianca” con Nanni Candelari e le due stagioni della fiction climatico-ambientale “Task Force”. Regista e opinionista per “Rai 2 notte” e per il circuito “5 stelle”, è ideatore del genere Marron (fusione di noir e giallo psicologico), fautore di un cinema indipendente ed extraterritoriale. Ha pubblicato anche la raccolta di favole “Il cantastorie”, il romanzo “My Own, una guerra privata” e le “17 più 1” storie Marron “Uomini Qualsiasi e Giorni Qualunque”.
  • Monica Guglielmi scrive per raccontare delle anime che osserva e che vivono accanto a lei, passando – ovviamente (o no?) – attraverso la sua. Crede nella diversità, perché la percepisce come vita, non riconoscendo parametri di normalità. Non ci sono stati ancora spettatori sconosciuti per i suoi racconti, ma un suo amico le ha mostrato questo progetto… Ed eccola qui! Bisognava essere cattivi, così ha pensato: “Quale cattiveria più grande, se non il furto dei sogni, dei pensieri, delle emozioni?”. Il risultato è stato quello che avete appena letto.
  • Alberto Guidetti è nato a Borgomanero (NO) il 15/11/1979. Sposato, vive a Gargallo (NO). Laureato in ingegneria meccanica, lavora come disegnatore progettista in una ditta di macchine per imballaggio. Ha come hobby la danza, la lettura e la musica.
  • Daniele Imperi è nato a Roma. Ha intrapreso la professione di vignettista e web designer, dedicandosi anche alla scrittura di contenuti. Dopo aver prodotto oltre 1000 articoli su vari argomenti, ha (ri)cominciato a scrivere storie. Gestisce un sito sui libri e uno su Edgar Allan Poe e, presto, ne nascerà un terzo dedicato alla scrittura.
  • Lucia Tilde Ingrosso, scrittrice e giornalista, è autrice della serie di gialli milanesi con protagonista il poliziotto Sebastiano Rizzo (“La morte fa notizia”, “A nozze col delitto”, “Io so tutto di lei”, “Nessuno, nemmeno tu”). A settembre 2010 è uscito il suo primo romanzo rosa, “Uomo giusto cercasi” (Piemme). Per info: http://www.luciatildeingrosso.it.
  • Fulvio Julita è nato a Novara nel 1969. Essere umano di genere maschile. Osserva, pensa, ama, si emoziona e comporta secondo le logiche della sua specie. Ed è pure convinto di somigliare a Nek. Fondamentalmente abitudinario. È nel team di “Siamo in onda” (Puntoradio) un sabato sì e uno no, come quando c’era l’austerity. La domenica mattina fa colazione da Tiffany con Donna Prassede e il pomeriggio, sul divano, si dedica all’amante. Quella a strisce nere e azzurre.
  • William Facchinetti Kerdudo (www.williamfacchinettikerdudo.com), italo-francese, è uno scrittore, direttore di un sito internet di turismo e speaker radio. Dopo varie apparizioni in TV a trasmissioni come “Io scrivo, tu scrivi” con Dacia Maraini (Rai2) e “28 minuti” con Barbara Palombelli (Radio2), approda all’editoria con “Guida ai misteri del Lago Maggiore” (Macchione), “Milano, misteri e itinerari insoliti tra realtà e leggenda” e “Torino, misteri e itinerari insoliti tra realtà e leggenda’’ (entrambe per Polaris). Attualmente lavora alla stesura di nuove guide sul mistero e al suo primo romanzo. In ambito radiofonico entra a far parte del team di “Siamo in onda” (Puntoradio) con la rubrica “Turismo insolito”. Nel 2010 è ospite varie volte di radio Deejay in “Paratropical” e diventa autore e conduttore di “Punto Mistero” su Puntoradio.
  • Antho Kimaro, liberiano d’origine e cittadino francese, vive a Nizza dove smonta e rimonta pezzi di motore. Dodici anni fa, appena diciassettenne, espulso dal ciclo produttivo della Firestone e ben deciso a vivere una vita più dignitosa, si è reso inconsapevole protagonista de «La notte di Nadir», vicenda raccontata a Carmen Di Nunzio (assistente in un centro di prima accoglienza gestito dalla Caritas pugliese) e adattato alle necessità di «365 Storie Cattive» dallo scrittore Angelo Marenzana. Oggi dice “è bello raccontare storie, ma dopo quell’avventura in mare, spero di non averne altre che meritino di essere ricordate”.
  • Margherita Lamatrice è nata il 4 giugno del 1988 a Foggia e frequenta la facoltà di Studi Orientali alla Sapienza a Roma, dove risiede per studio. Si diletta nella scrittura tra un esame e l’altro. Ha partecipato, tra l’altro, all’antologia “365 Racconti Erotici per un anno” (Delos) con il racconto “Nella notte”.
  • Gabriele Lattanzio, abruzzese classe 1979, vive a lavora a Milano da qualche anno. Suoi racconti sono apparsi su alcune riviste e antologie e ha ottenuto piazzamenti di merito in diversi concorsi letterari. Va pazzo per le rosse e i «Queens of the stone age».
  • Lucio Laugelli è nato il 26 settembre 1987 ad Alessandria. Si è laureato in Lettere (indirizzo DAMS Cinema) presso l’università di Bologna. Ha fondato l’Associazione Culturale e l’omonima rivista on-line “Paper Street”, di cui è presidente e direttore esecutivo. Videomaker e giornalista pubblicista collabora con radiogold.it, 4rum.it e nonsolocinema.com.
  • Giulio Laurenti ha creato la web-tv letteraria www.nonleggere.it. Ha pubblicato il volume di racconti “3 etti & ½” con Pequod, le poesie “dire&disdire” con Davide Ghaleb editore e il romanzo “Suerte” con “Einaudi”, collana Stile Libero.
  • Alessio Lazzati, nato nel 1975, è laureato in Giurisprudenza. Attualmente lavora come traduttore freelance («Fratelli Guerrieri», Longanesi 2009 e «Gli Artigli del Leopardo», Segretissimo Mondadori 2010). Come scrittore ha partecipato ad alcune antologie(«M», «Bad Prisma», «365 racconti erotici per un anno». Si occupa anche di eventi legati al mondo del libro e della cultura in generale ed è il blog master di http://www.segretissimomondadori.it.
  • Francesca Levo Calvi, nata e vive a Savona, pur passando lunghi periodi in campagna vicino al lago di Osiglia. Laureata in filosofia, ha scoperto da qualche anno la passione per la scrittura che è divenuta la sua occupazione prevalente. Ama gli animali, la lettura, il cinema, i viaggi e i mercatini dell’antiquariato. Istintiva, molto sensibile, cerca di mantenere, proprio tramite lo scrivere, un equilibrio instabile in una società che non le è consona, e di cui cerca di mettere in luce gli aspetti contrastanti. Fatalista, fa dell’ironia e del sentimento armi per comunicare con chi la legge e con chi le è accanto. Condivide la vita con il marito Mauro, la figlia Giulia, ventenne, e con il gatto Leonardo. La sua e-mail è tahisha@live.it.
  • Marinella Lombardi (1969) vive a Bologna ed è redattrice di testi scolastici. Collabora alla redazione della rivista http://www.thrillermagazine.it. Scrive in prosa e in poesia. Suoi racconti sono presenti nelle antologie «Colpi di testa» (Noubs, 2007), «Tutto il nero dell’Italia» (Noubs, 2007), «Sport in rosa» (Perrone Lab, 2010), «365 racconti erotici per un anno» (Delos, 2010), «Quando la pelle non ci separava» (Perrone Lab, 2010), «Onda d’abisso» (L’orecchio di Van Gogh, 2010). Con la silloge di poesie «L’istinto di una goccia in un campo di patate» (Il Filo, 2007; prefazione di Valerio Varesi), si è classificata al terzo posto nel Premio Nazionale di Poesia “Andrea Vajola” (2008). Sue poesie sono presenti in raccolte antologiche e in testi scolastici (Panebianco-Varani, Metodi e fantasia, volume Poesia – Zanichelli, 2009).
  • Nicola Lombardi nasce a Ferrara nel 1965. Legatosi negli anni Novanta al movimento letterario romano Neo Noir pubblica racconti, articoli e traduzioni su varie riviste e antologie per case editrici quali Newton & Compton, Stampa Alternativa, Perseo Libri e Datanews. Suoi sono i romanzi tratti dai film di Dario Argento «Profondo Rosso» e «Suspiria», (entrambi per Newton & Compton). I suoi libri: “Ombre – 17 racconti del terrore” (Arstudio C – 1989); “I racconti della piccola bottega degli orrori” (Mondo Ignoto – 2002); “La fiera della paura” (Mondo Ignoto – 2004); “Striges” (Robin – 2005); “I ragni zingari” (XII Editore – 2010). Il suo sito è http://www.nicolalombardi.com.
  • Anna “Annina” Lorenzi nasce in quel di Milano, in un piovoso lunedì di fine ottobre del 1981. Inizia a scrivere quando ancora… Non sapeva farlo! E, ancora oggi, si chiede se davvero lo sappia fare… Eppure, non mai ha perso questo “vizio”. Per passione, per necessità, per lavoro, per gioco… Amante di tutto ciò che la fa sentire Viva, come parole, musica, motori, affetti sinceri, “essere non apparire!”, istanti, ora è qui, felicissima di prender parte a questa iniziativa davvero degna di nota. E per augurare buona strada e buona Vita a tutti!
  • Lilli Luini è nata a Varese e vive sul Lago Maggiore. Ha iniziato a scrivere per caso nel 2002. L’anno dopo, sempre per caso, è iniziata la sua collaborazione artistica con lo scrittore noir ligure Maurizio Lanteri. Insieme hanno scritto «La casa del priore» (Traccediverse, 2006); «Non tornare a Mameson» (Fratelli Frilli, 2008); «La forgia del diavolo» (Fratelli Frilli, 2009). Insieme dirigono il laboratorio di scrittura e lettura del sito «LeggendoScrivendo.it», per il quale hanno curato l’antologia «La contessa del campo dei fiori» (Giulio Perrone Editore, 2007). Il loro sito internet è http://www.lanteriluini.it.
  • Francesca Lulleri vive a Nuraxi Figus (CI), ha studiato Scienze Politiche indirizzo Relazioni Internazionali. Ha collaborato con alcune realtà editoriali e suoi racconti sono stati pubblicati nelle antologie «La seconda riga blu» (Perrone Lab, 2010), «Quando la pelle non ci separava» (Perrone Lab, 2010), «Maturità, libri e ragazze» (Senso Inverso, 2010). Cura i blog http://www.francescalulleri.ilcannocchiale.it e http://www.francescalulleri.altervista.org.
  • Antonio Lusci è nato a Genova, il 1 aprile 1966. Nel 1987 consegue il diploma di operatore cinetelevisivo e lavora come cameraman e regista nell’emittente televisiva Tele Genova. Trasferitosi a Roma, collabora alla stesura di due sceneggiature, su soggetto di Fabio Fazio e la supervisione di Enrico Vanzina, che però rimangono irrealizzate. Dal 1988 al 1999 lavora come assistente e aiuto regista al fianco di registi quali Dino Risi, Lamberto Bava, Michele Soavi, Mario Gariazzo, Franco Rossi, Werner Masten, Giovanni Robbiano e Gian Giacomo Colli. Durante lo stesso periodo alterna il lavoro di aiuto a quello di regista per filmati istituzionali e cortometraggi, attività che prosegue fino all’anno 2002. Nel 2001 frequenta un seminario di sceneggiatura con Doriana Leondeff e dal 2003 si dedica prevalentemente alla scrittura. Ha appena terminato la scrittura di una miniserie TV che andrà in onda su Raiuno nel 2011. Il racconto “Complici”, inserito nell’antologia “365 Racconti erotici per un anno” (Delosbooks), è la sua prima pubblicazione.